Cristiano Pintaldi

“Il sogno liquido e la visione definitiva: potrebbe partire così il racconto sulla mostra di Pintaldi, l’artista italiano che negli anni Novanta ha ideato un nuovo modello pittorico, ricreando su tela il meccanismo scientifico della tricomia (rosso, verde, blu) con cui nascono le immagini elettroniche” (Gianluca Marziani, testo tratto da Il sogno liquido, la visione definitiva) Pintaldi nelle sue tele assurge ad esegeta della contemporaneità il quale osserva il Pianeta in cerca di segnali sul futuro dell’Umanità e di attinenze oltre il sensibile.
Fulmini che cadono su luoghi dal preminente valore simbolico (la Basilica di San Pietro o la Tour Eiffel), apparizioni aliene nei cieli urbani, monumenti dal sapore alchemico, combinazione di tempi e spazi lontani.
Il 10 marzo 2016 si inaugura “Sincronismo composito”, la personale di Cristiano Pintaldi.
La mostra, organizzata in collaborazione con la Galleria Mucciaccia di Roma, sarà visitabile dal 10 marzo al 17 aprile 2016.
Dal martedì al venerdì, dalle 10:00 alle 18:00, il sabato dalle 10:30 alle 16:00.
Lugano, Palazzo Gargantini, via G. Marconi 2